12 – Alfa Romeo GT Junior 1300 (1969)


La Gt è una delle Alfa a cui gli appassionati del marchio sono più legati, esempio unico di eleganza e sportività degli anni Sessanta. La carrozzeria è opera di un giovanissimo Giorgetto Giugiaro (che poi diventerà uno dei designer più famosi al mondo), all’epoca in forze alla Bertone.
Il risultato è un coupé filante che divenne immediatamente una delle vetture più ambite della sua epoca. Tra il poster di Brigitte Bardot e quello dei Rolling Stones, i ragazzi degli anni Sessanta avevano il poster della Gt junior.

Curiosità
Il curioso scalino anteriore (la fessura tra il cofano e la calandra) che caratterizzava tutte le versioni prodotte fino al 1968 è dovuto ad un ripensamento tra l’approvazione del disegno e la messa in produzione dell’auto. Originariamente doveva essere una presa d’aria, poi abolita dalla direzione aziendale per contenere i costi. Un vero e proprio errore, un misunderstanding divenuto con gli anni una importante e riconoscibile caratteristica stilistica del modello.
La gt Junior deve parte della sua fama anche alle versioni, come la GTA, impiegate nelle corse, in pista e nei rally ma anche a possessori famosi come il cantautore Luigi Tenco e lo scrittore e regista Pier Paolo Pasolini che fu investito mortalmente dal suo assassino a bordo della sua stessa Alfa Romeo GT Veloce.

Scheda tecnica
Motore anteriore 4 cilindri 1300 cc 89 cv
Trazione posteriore
Velocità massima 170 km/h
Lunghezza 3,080 metri, Larghezza 1,58 metri
Peso circa 950 kg